Michele Boccardi nasce a Bari il 30 luglio 1968.

Dopo la maturità scientifica conseguita nel 1987 presso il liceo “Salvemini” di Bari, si iscrive alla facoltà di Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Bari. Dopo la laurea, ottiene, prima, l’abilitazione alla professione di commercialista e, poi, quella nel registro dei revisori contabili in Corte d’Appello. Agli studi di economia, a partire dal 2000, affianca quelli di marketing turistico internazionale, frequentando un workshop presso la “Scuola di Economia & Turismo” a Londra.

Contestualmente, si qualifica come esperto di economia del turismo e marketing turistico presso l’ente di formazione professionale CELIPS e di marketing elettronico presso l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Agherbino “ di Noci.

La propensione verso l’arte del ricevimento è consolidata dalle esperienze professionali come esperto di vendita del prodotto ristorazione e marketing turistico presso l'Istituto Alberghiero "Perotti" di Bari, esperto di vendita del prodotto ristorazione e marketing turistico presso l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di Castellana Grotte e come esperto della gestione dei rapporti con i clienti (Customer Relationship Management) presso la Scuola di Specializzazione per manager nei settori turistici e alberghieri di Napoli.

Il 1996 è per Michele Boccardi l’anno della svolta professionale, rappresentata dall’ascesa ad amministratore unico di “Villa Menelao”, la masseria fortificata divenuta nel 1900 di proprietà della famiglia e poi trasformata nell’omonima sala ricevimenti dallo stile essenziale e suggestivo, che rende perfetto ed indimenticabile il giorno del matrimonio di centinaia di coppie di sposi ogni anno.

Accanto a quella del ricevimento, dal 2005, Michele Boccardi coltiva un’altra arte: quella della politica. Candidato nella lista “La Puglia Prima di Tutto” con Fitto presidente, alle elezioni regionali del 2005, Boccardi risulta il secondo dei non eletti con ben 5480 voti. Nel 2007, si candida alle elezioni amministrative al Comune di Turi, dove risiede, ottenendo 537 voti, pari al 13.4% dei voti di lista dell’intera coalizione, e diventando il primo degli eletti del Consiglio Comunale. Membro del coordinamento provinciale di Forza Italia dal 2006, nel novembre dello scorso anno è nominato membro del coordinamento provinciale del PdL.